Alzi la mano chi almeno una volta nella propria vita ha pensato di fare il test di medicina confrontandosi con la propria media a scuola.

Io sono sicuramente fra queste persone.

Ma la media scolastica può davvero determinare chi possa superare il test di medicina?

Scuola, test di ingresso, università vanno a braccetto oppure sono tre cose diametralmente opposte?

Seguimi e risponderò a tutte le tue domande

Table Of Contents

1)MEDIA BASSA A SCUOLA E TEST DI MEDICINA

Partiamo da una considerazione: perchè dici di avere una media bassa?

Mi spiego meglio.

Ogni qualvolta che dici di avere una media bassa ti stai paragonando a qualcuno. Questo succede in modo abbastanza inconscio e non solo con la media.

Ricordati il detto: l’erba del vicino è sempre più verde. E’ sempre attuale.

Ho visto persone con la media del 9 lamentarsi della propria media rispetto a persone che avevano la media del 9,2 e ovviamente io che avevo la media del 7 rimanevo sempre un po’ attonito.

Se ci pensi una media del 7 paragonata a una media del 9 è bassina. Questo è vero.

Ma ammettiamo che tu abbia la media del 6. Come fa un semplice valore numerico a decidere sul tuo futuro?

Semplice: non può finchè tu stesso non vuoi.

I voti che si prendono a scuola o all’università hanno come scopo quello di valutarti in quel momento e in una determinata prestazione. (fine)

Ovviamente a tutti fa piacere prendere voti alti ma non deve diventare un’ossessione: studiare per prendere il voto più alto del compagno è davvero triste. Purtroppo esistono persone così.

Studiare deve essere un piacere personale che ha poco a che vedere con i voti: dunque i voti sono importanti ma sono fini a se stessi.

E per ultima cosa i voti sono dati da delle persone.

Il voto può essere influenzato da molte variabili come:

  • professore che ti giudica(antipatia e simpatia possono davvero condizionare un voto)
  • la forma della tua prestazione(una risposta data in un certo modo può piacere o non piacere)
  • il c*lo(già, se ti esce la domanda da 10 prendi 10 e se ti esce la domanda che sai da 7 prendi 7)

Il test di ingresso a medicina non è influenzato da questi parametri e per questo la media non stabilisce chi sia in grado o meno di superare il test.

I voti a scuola sono molto molto relativi anche perchè ogni scuola valuta in modo diverso per via dei numerosi e diversi professori.

Pertanto potrai aver sentito parlare di quella persona che studia in un scuola (magari un liceo) davvero impegnativa e prende voti mai superiori al 7 e un’altra persona che studia in una scuola molto molto più semplice con voti però sempre pari o superiori a 9.

Il test di medicina riporta tutti, o quasi, sullo stesso piano.

Vuoi sapere che media avevo io e come stanno proseguendo i miei studi alla facoltà di Medicina?

Clicca qui per leggere la mia storia. (guardala alla fine dell’articolo e prendila come spunto)


2)TEST DI INGRESSO A MEDICINA: il vero parametro da valutare

Ora che ti ho spiegato che devi essenzialmente fregartene della tua media scolastica(o universitaria) andiamo a considerare l’unico parametro importanti da tenere in considerazione.

Sto parlando ovviamente della tua preparazione.

La preparazione per il test non ha nulla, o quasi, a che vedere con la preparazione scolastica.

Perchè dico questo?

Il test comprende 4 materie(biologia, chimica, matematica, fisica) più una sezione di ragionamento logico e cultura generale.

E’ statisticamente impossibile essere preparato grazie alle sole nozioni scolastiche( e dunque grazie ad un’eventuale media alta).

Ovviamente essere realmente preparato o ferrato su una specifica materia del test può essere un vantaggio, ma niente di più.

Per questo motivo devi ,prima di fare qualsiasi cosa, considerare il tuo personale livello di preparazione.

A scuola hai studiato in modo serio e continuativo la biologia e la chimica ma di matematica non sai niente? Bene vuol dire che oltre ad approfondire ad hoc biologia e chimica dovrai studiare BENE la matematica.

A scuola hai avuto sempre problemi con la chimica? Bene vuol dire che la chimica sarà una materia da studiare in modo serio e profittevole.

Sicuramente ti starai chiedendo dove tu possa studiare in modo approfondito le materie del test.

Bene, ho una buona notizia per te.

Leggiti questo articolo e scegli il manuale di studio che fa per te.

Vuoi dare un’occhiata all’ultimo innovativo kit completo creato da una società altamente specializzata nella preparazione per il test di medicina?

Guarda il super kit completo cliccando sull’articolo in viola che ti ho messo sopra e subito dopo raggiungi il punto 3 dell’articolo.


3)DIFFERENZA TRA SCUOLA, TEST E UNIVERSITA’

Veniamo adesso al concetto più importante di tutto l’articolo.

Test scuola e università non sono la stessa cosa.

Proprio come accennavo sopra sono tre ambienti totalmente diversi e come tali devono rimanere.

A scuola devi studiare circa 8-9 materie per tutto l’anno e hai un ritmo di studio praticamente obbligato: la mattina vai a scuola e il pomeriggio eventualmente studi per le verifiche o per le interrogazioni dei giorni successivi.

Per il test invece non ci sono professori o voti. C’è soltanto una prova da superare che ti permette o meno di entrare a medicina. Per preparare al meglio il test si usano manuali, corsi online, corsi dal vivo o si fa da autodidatta.

All‘università non esistono interrogazioni o verifiche, esistono però gli esami. Un esame lo puoi paragonare ad una maxi verifica scritta o orale che ti consente o meno di superare un determinato corso. Verrai giudicato soltanto in quel momento e potrai scegliere tu quando andare all’esame.

Per questi tre mondi bisogna dunque comportarsi in modo diverso: è impensabile studiare all’università pensando di essere al liceo perchè rischieresti di non passare nemmeno un esame a fine sessione.

Per quale motivo allora una media scolastica dovrebbe condizionarti dal non passare il test? O addirittura non renderti all’altezza di fare medicina?


4)IN CONCLUSIONE

Spero di averti tolto qualche dubbio e di averti fatto comprendere quanto il test di medicina sia lontano dalla tua media a scuola.

Se l’articolo ti è piaciuto condividilo sui social e fammi sapere la tua con un commento.

A presto e buon lavoro.

-Riccardo

No responses yet

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *